E sarà una pace vera – Preghiera internazionale

Nella Settimana per l’unità dei cristiani, intitolata quest’anno “Ama il Signore Dio tuo…e ama il prossimo come te stesso”, Via Pacis, in collaborazione con la Parrocchia di Arco (TN), ha organizzato un Preghiera internazionale per la pace, offerta a tutti coloro che cercano e invocano la pace e l’unità. Ormai l’annuale iniziativa ecumenica di preghiera nel quale tutte le confessioni cristiane pregano insieme per il raggiungimento della piena unità si fa carico delle situazioni di guerra, ogni anno più drammatiche e laceranti. Ucraina, Medio Oriente, Myanmar… e molte altre, spesso dimenticate. Nella Collegiata di Arco, gremita di gente attenta e partecipe, i rappresentanti delle varie Chiese e di associazioni e movimenti presenti in zona, assieme alle autorità e a membri della società civile, si sono alternati pregando nelle varie lingue.

«Solo l’amore può vincere l’odio e portare la pace. Signore, apri i nostri cuori affinché possiamo sperimentare l’ampiezza e la profondità del tuo amore…»

«Ti chiediamo di aprire i nostri cuori perché impariamo il perdono e la riconciliazione, a custodire la pace in noi e tra noi, a unire ciò che è separato, a prenderci cura gli uni degli altri…»

«…anche noi che ci occupiamo di politica e di amministrazione possiamo essere guidati dalla luce della Tua saggezza e ispirati dal Tuo amore nello svolgimento dei nostri uffici quotidiani… per essere costruttori di un mondo di pace e prosperità per tutti»

«Assieme a te Gesù, vogliamo, con la nostra preghiera, essere il tuo esercito di pace che in questo momento entra nella terra del Myanmar, che entra in tutti gli altri luoghi di guerra nel mondo perché ogni popolo scelga il dialogo, la riconciliazione, il perdono e finalmente vinca la pace…»

«Mio Dio, la gente è stanca delle guerre ed ha bisogno di una vera pace!» 

«…donaci la forza, il coraggio per essere ogni giorno artigiani della pace…»

Alle preghiere si sono alternati i canti e le danze di Via Pacis Choir, che ha dato voce al desiderio profondo e struggente di pace e unità che l’umanità intera sperimenta: «Peace on earth...»

Al termine, l’Arcivescovo di Trento mons. Lauro Tisi ha rivolto ai presenti un messaggio di incoraggiamento e di speranza: «A nome delle Chiese, che spesso sperimentano lacerazioni, invidie, lotte, che spesso sono spaccate e sono contraddizione del Vangelo, questa sera chiedo il dono dello Spirito perché torniamo al nome di Gesù. È da lì che può ripartire la via della pace. (…) Stasera vorrei, assieme al Pastore della Chiesa Evangelica Luterana di Merano e a don Augustin, che rappresenta la grande tradizione orientale, riconsegnare a tutti voi, alle nostre Chiese, il nome di Gesù che è bellezza, riconciliazione e novità».

 

Prossima Preghiera Internazionale per la Pace: 24 maggio 2024 ore 20:30 – Chiesa Collegiata Arco (TN)

Leggi l’articolo sul giornale

Articolo precedente
Il Trentino chiama l’Africa, o l’Africa chiama il Trentino?