Solidarietà in tempo di epidemia: un motore che non si ferma

Anche in tempo di epidemia l’amore e l’attenzione per il prossimo non vengono a mancare

Togo

Don Giorgio Koudjodji, nostro referente in loco, ha visitato con i suoi collaboratori più di 100 famiglie e distribuito viveri ai bisognosi, visitato i malati e le persone sole che non hanno la possibilità di muoversi.

Georgia

Padre Witold Szulczynski, nostro referente in loco, assieme alla fondazione “Insieme per il Prossimo” con la quale da anni collabora, ha comprato e portato pannoloni, farmaci e viveri a più di 200 anziani, che costituiscono la parte più vulnerabile della società georgiana. A causa dell’epidemia e della crisi economica, questa fascia della popolazione si è impoverita ulteriormente e a causa dell’aumento dei prezzi, ora non è in grado di acquistare nemmeno i beni di prima necessità come frutta, latte, uova, formaggi, carne e verdura.

India

Grazie al sostegno di Via Pacis Onlus sono stati consegnati 1500 chili di riso, 150 chili di lenticchie, 150 litri di olio, biscotti e altri alimenti base per 74 famiglie a Poovanipattu, 20 famiglie di Munnurankaduvettu e 34 famiglie di Kumilankuzhy.

 

In questa situazione di emergenza mondiale, Via Pacis Onlus ha attivato una serie di iniziative economiche a sostegno delle persone che vivono in condizioni di estrema povertà, e che in queste circostanze sono messe ancor più a dura prova. Vedi il progetto

Articolo precedente
Notizie dal mondo
Articolo successivo
Filippine: un mondo in sospeso

Blog

Menu