Effetto smarrimento

Spesso lasciamo che il “sentire” sia il metro di valutazione dell’autenticità e della verità. Se “sento” di amare, allora amo veramente e quando non “sento” più, l’amore è finito.

Ma è proprio così? è il sentimento la parte più profonda, più vera, più autentica di noi? è il sentimento che deve guidare la mia vita? e quindi è la voglia e la non voglia che mi determina? se ho voglia faccio una cosa e se non ne ho voglia non la faccio?

Questo vivere secondo la voglia, ci abbandona in balia di noi stessi. Come se fossimo alla guida di una potente automobile senza sapere come funziona e senza conoscere la strada che stiamo percorrendo. E l’effetto è di smarrimento, di vuoto, di mancanza di una “cartina interiore” o forse di un navigatore satellitare…

La domanda che dovremmo porci è: chi guida la mia vita? da chi voglio sia guidata?

Scegliamo di vivere, di attraversare questo tempo per crescere, maturare ed imparare ad amare. Lasciamoci affascinare dal tempo presente e scegliamo concretamente da chi vogliamo sia guidata la nostra vita.

 

Eliana Aloisi Maino

Articolo precedente
Da oggi in libreria: La potenza della preghiera
Articolo successivo
Settimana per la pace in Colombia
Menu